Rapporti sessuali

Scritto da Laura Testa il 27 marzo , 2009

Quando si parla di sessualità si tende spesso a dare per scontato che tutte le persone desiderino avere una vita sessuale e che questa vita sessuale debba essere il più possibile ricca di esperienze diverse e vissuta sicuramente con più di una persona.
In realtà, SODDISFARE I BISOGNI SESSUALI È UNA SCELTA. Il bisogno può essere più o meno forte, ma sta all’individuo decidere se assecondarlo oppure no. Ed è sempre l’individuo a decidere quali sono le condizioni che sente più idonee a sé per la soddisfazione di quel bisogno (da soli o con qualcuno? Con chi sì e con chi no? Quali atti sessuali sì e quali no?).
Ogni individuo ha la possibilità e il diritto di scegliere se vivere la propria sessualità, quando viverla, come viverla e con chi viverla. Nessuno può permettersi di costringere un altro a mettere in atto comportamenti sessuali né con pressioni di tipo emotivo, né sessuale, né morale, né sociale, né intellettuale, né fisico.
Allora… “forse che sì, forse che no?” A volte sì e a volte no.

Tags: , ,

Articoli Similari

91 Risposte a “Rapporti sessuali”
adri89

dottoressa, ma ogni quanto tempo è giusto dire no, io e il mio fidanzato ci vogliamo bene, però non sempre ho voglia di avere rapporti ma ho paura che lui mi lasci se gli dico sempre di no

Laura Testa

Ciao Adri, il rapporto sessuale deve essere un piacere per entrambi, se uno dei due si sente costretto rischia di tramutare il piacere con il dovere e di non desiderare più di trivarsi in intimità con il partner. Nella sessualità è decisamente meglio la qualità alla quantità.

Ro

Dottoressa, salve!
Ho 19 anni e sto cn il mio ragazzo dall’aprile 2007. Sin dal primo momento siamo stati benissimo insieme e, ancora oggi, posso dire di esserne perdutamente innamorata! Circa a novembre dello stesso 2007 abbiamo provato ad avere rapporti sessuali completi. Ma… abbiamo provato tante volte ed una volta anche senza preservativo, però nn riesco a provare NIENTE. E’ terribilmente strano sentirsi così insensibile! Soprattutto non riesco a capire dove sta il problema, perchè, da una parte, con altri tipi di rapporti(cioè senza la penetrazione)riesco a raggiungere l’orgasmo, dall’altra, posso dire con certezza che mi trovo benissimo con lui e che voglio farlo davvero.
Allora mi sorge il dubbio: che sia un mio problema fisiologico? E con questo c’entra il fatto che il mio ciclo mestruale è irregolare e a volte sono costretta a usare i contraccettivi per averlo? Spero di trovare una soluzione, grazie per avermi ascoltata!

Laura Testa

Ciao Ro, la tua preoccupazione è comprensibile e condivisibile però è eccessiva. Molte donne faticano a provare l’orgasmo con la penetrazione perchè questa non consente una stimolazione del clitoride tale da consentire il raggiungimento di quello che siamo soliti considerare il massimo del piacere. Prestare maggiore attenzione nella stimolazione del clitoride durante la penetrazione può consentire di risolvere il problema, niente panico quindi e non precipitarti nel ritenere di avere dei problemi di tipo fisiologico. a presto

Adry85

salve dott.ssa,
ho 23 anni e da 4 sto con la mia ragazza. il problema è che non l’abbiamo mai fatto. da parte mia la voglia c’è, ma da parte sua dice solo che ha un blocco e non riesce a superarlo. blocco sinceramente che non so da cosa sia dovuto perchè neppure lei lo sa, è un blocco e basta, così dice. per entrambi sarebbe la prima volta. come devo comportarmi? dopo 4 anni devo pensare che lei non è così innamorata di me dato che non si è mai lasciata andare? non so proprio, mi trovo molto in difficoltà perchè ho paura che questo sia un rapporto infinito, nel senso che questa situazione può sbloccarsi tra 1 giorno come tra altri 4 anni. un consiglio. grazie

rosaria

Carissima Dottoressa…che bello rivederla…GRAZIE A LEI E CAMILA SONO CRESIUTA ED HO SPOPERTO UN MONDO NUOVO…
VOLEVO CHIEDERLE:
CHE COS’E’ LA MONONUCLEOSI? MI HANNO DETTO CHE E’ UNA MALATTIA MOLTO DIFFUSA TRA I GIOVANI E CHE ANCORA NON VI SONO CURE ; DETTA ANCHE MALATTIA DEL BACIO… PER GUARIRE BASTA UN PO’ DI RIPOSO E UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE E QUINDI DOPO 60 GIORNI IL VIRUS SCOMPARE….GIUSTO??? O SI RIMANE PORTATORE? COME SI GUARISCE? PUO’ DIVENTARE GRAVE ?E COME LA SI PUO’ PRENDERE UNA MALATTIA DEL GENERE? UNA PERSONA CON QUESTO TIPO DI VIRUS PUO’ AVERE RELAZIONI AMOROSE?
GRAZIE

Laura Testa

Ciao, la situazione che ti trovi a vivere con la tua ragazza è sicuramente difficile e frustrante ma, da come la descrivi, sembra che si tratti più di una problematica individuale che di coppia. La tua ragazza infatti non sembra legare il blocco” di cui parla ad una difficoltà che vive nella relazione con te, ma ad una situazione personale. la prima domanda forse che bisognerebbe farle è “hai voglia di cambiae questa situazione oppure preferisci che le cose rimangano così come sono?”
fammi sapere, a presto

Laura Testa

Ciao, è un piacere reincontrare voi spettatori di Loveline attraverso questo blog e poter continuare insieme un discorso sereno e serio sulla sessualità. ogni vostro contributo è ben accetto e quindi ti invito a partecipare alle discussione tutte le volte che vuoi (più vorrai e meglio sarà). La moonucleosi è una malattia intettiva causata dal virus Epstein-Barr e si propaga attraverso urine ma soprattutto saliva (pe questo vien detta la malattia del bacio). Si può manifestare con uno stato febbrile, comparsa di linfonodi su collo, nuca e ascelle, mal di gola. Vige sempre la regola di evitare autodiagnosi (facile confondersi con altre patologia)e verificre l’ipotesi diagnostica consultando un medico . a presto

ros

Gentilissima dottoressa…
sto con una persona da parecchi anni…
data la lontananza…ci vediamo 4 volte l’anno…
quando facciamo l’amore durante la penetrazione,provo un pò di dolore…cosa può essere?e il nostro rapporto sessuale dura poco…perchè?

Laura Testa

Ciao Ros, purtroppo nella tua richiesta mi dai troppe poche informazioni sulla tua situazione per poter provare a darti una risposta. prova, se vuoi, a riscrivere, descrivendo meglio la tua situazione affettiva-relazionale-sessuale (quanti anni avete? quanto viete distanti? da quanto tempo avet rapporti? era per entrambi la prima esperienza? che porgetti avete? e così via), sarà così possibile inquadrare meglio il problema e provare a fare un’ipotesi sulla sua origine e quindi ad invidivuare le possiili soluzioni. Scrivi presto.

ro

Buona sera,
gentilissima e sempre precisa dottoressa…
Io e il mio ragazzo stiamo insieme da quasi 5 anni,io ho 26 anni e lui quasi 30…all’inizio della nostra storia andava tutto bene certo la mia prima volta è stata dolorosissima ed è stata proprio con lui mentre lui già aveva avuto altre storie…
All’inizio il nostro rapporto sia sessuale che affettivo andava benissimo…durante la penetrazione non avevo nessun dolore forse perchè avevamo molti rapporti, all’inizio si sa è così ,tutto un bollore…quindi tutto perfetto fino ad arrivare all’orgasmo..
ma da quando si è trasferito a roma per lavoro scende poche volte l’anno solo per le feste grandi…5/10volte
quindi, quando ci vediamo e inizia il nostro rapporto sessuale durante la penetrazione mi faccio male e lui forse sta iniziando a soffrire di eiaculazione precoce…gli ho consigliato di andare da un’andrologo ma mi dice che ha troppa vogli di me, per questo motivo dura così poco;anche se al secondo tentativo dura un pochino di più..
Ma all’inizio della nosra storia durava un bel pò ho comunque aspettava che avessi anch’io l’orgasmo…..
Io l’ho amo tantissimo come se fosse il primo giorno, ma anche lui…sà..quando conosci una persona da così tanto tempo e guardi i suoi occhi capisci che non mentono…
progetti futuri…bu….lavoro, lavoro, lavoro..
grazie anticipatamente

Alba

Salve dottoressa,
Ho 17 anni e frequento un ragazzo di un anno più grande da ormai da diversi mesi premetto che non staimo insieme per mia scelta, lui dice di essere innamorato,abbiamo già “condiviso” tutto, ora dopo varie discussioni, ho come un blocco sessuale,non riesco più a dedicarmi a lui come facevo prima, siceramente non so come comportarmi, io non ho molta fiducia in lui, anche perchè varie volte è stata tradita da parte sua,ho paura che lui mi usi e ogni volta che magari cerca di farmi capire che vuole che io vada a casa sua, cerco sempre qualche scusa per svincolare…Ho paura che come ha scritto lei sopra “il piacere diventa dovere” e magari lui si stuferà di questa situazione,lei cosa ne pensa?? Grazie in anticipo per una sua risposta, saluti.

Laura Testa

Buongiorno Ro, la vostra relazione sembra essere cambiata in conseguenza a numerosi e diversi fattori: la fine della fase di innamoramento, la strutturazione di un legame più stabile, l’inizio dell’attività professionale e conseguentemente il trasferimento di lui, il rarefarsi delle occasioni di incontro, e così via.
Questi elementi sembrano aver causato un progressivo allontanamento tra di voi, non solo fisico ma anche affettivo e relazionale, sembra cioè che stiate perdendo confidenza e quindi intimità, il primo segnale della perdita di questa intimità è data dalla perdita dell’intimità sessuale che si evidenzia nelle problematiche che di volta in volta ciascuno di voi incontra durante il rapporto (il dolore per lei e la rapidità dell’eiaculazione per lui). La mancanza di chiari progetti futuri che vi vedano insieme rende poi il tutto molto più indefinito collocando la vostra situazione in una sorta di limbo in cui non si sta così male da dover decidere di interrompere la relazione ma nemmeno così bene da poter pensare a strutturare un legame più stabile (convivenza o matrimonio).
Mi faccia sapere, a presto

Laura Testa

ciao Alba, prima di risponderti ho bisogno di farti due domande: perchè non vuoi ufficializzare la relazione accettando di “stare” con lui? La frequentazione che avete in che cosa si distingue dalla relazione tra due persone che stanno insieme? Rispondimi presto.

Alba

Salve dottoressa, grazie per avermi risposto, comunque fondamentalmente non avrebbe distinzioni o almeno credo,non voglio ufficializzare la relazione con lui perchè so che ci starei veramente troppo male,vede lui è un tipo di ragazzo che non ha rispetto per nessuno, nemmeno per se stesso, e sono sicura che questo mi porterebbe ad avere atteggiamenti sbagliati per me stessa e per lui.

Laura Testa

Ciao Alba, da quanto dici non sembra che tu nutra nè stima nè rispetto per questo ragazzo e inoltre sembra che tu tema che lo stare accanto a lui possa renderti infelice. Di fronte a questa situazione il problema del tuo “blocco sessuale” trova una risposta molto semplice: sei sessualmente bloccata perchè non ti fidi di lui, non lo stimi, non lo rispetti e men che meno provi dell’affetto. L’affetto che provi per te stessa dovrebbe consigliarti di allontanarti il più rapidamente possibile da questa persona che non aiutarti a vivere meglio ma peggio. Quando secgliamo qualcuno da amare lo scegliamo perchè migliora la qualità della nostra vita non perchè la peggiora, deve renderci felici, sereni, appagati non tristi, inquieti e tromentati. La persona giusta per noi si riconosce anche da questo. fammi sapere. a presto

Alba

Salve dot, prima di tutto grazie per la sua risposta, decisamente a lui bene gliene voglio,anche perchè prima di essermi catapultata in questa “relazione” erano diversi anni che lo conoscevo,e decisamente questa è una situazione da affrontare, proverò a fare più chiarezza nella mia testa, e poi ha parlarne con lui e decidere se continuare ma in modo diverso per cercare di cambiare un pochino me e anche un pò lui in modo migliore,così chè le cose forse possano migliorare, e forse cercare di crescere insieme al meglio. La ringrazio per i suoi consigli mi sono stati davvero utilisiimi. Spero di risentirla, grazie mille a presto :)

Laura Testa

Ciao Alba, il desiderio di provare a cambiare insieme ( tu insieme alui elui insieme ate) è certamente uno dei più costruttivi all’interno di una dinamnica di coppia. Fatti risentire e…buon lavoro!

.....

Carissima Dottoressa,
volevo porgerLe una domanda per me, molto complicata…
è possibile che un uomo possa essere innamorato di due persone contemporaneamente…una la moglie e l’altra l’amante….????????????????????

ros

Salve…
Carissima Dottoressa,
se io e il mio ragazzo facciamo l’amore appena mi finisce il ciclo senza nessuna precauzione c’è il rischio di una gravidanza?…con la premessa che io ho un ciclo regolarissimo…

Laura Testa

Ciao Ros, il ciclo mestruale ed il ciclo ovarico sono due diverse fasi di uno stesso processo volto alla possibilità che avvenga la fecondazione (la maturazione dell’ovulo) e successivamente la gravidanza (quindi una preparazione dell’utero con il rinnovamento della parete endometriale per consentire l’impianto dell’ovulo). La data di inizio della mestruazione non segnala in alcun modo la data dell’ovulazione (che puo’ quindi essere immediatamanete successiva alla fine delle mestruazioni). Per rispondere alla tua domanda, se non si desidera una gravidanza la contraccezione va usata ad ogni rapporto sessula indipendentemente dalla presenza o meno delle mestruazioni. Se vuoi sapaerne di più puoi anche scrivere alla dottoressa Francesca Albani con la quale collaboro e del cui sito trovi il link sul mio blog. A presto

Alba

Salve dottoressa, volevo informarla che i suoi consigli sono stati utilissimi,e azzeccatissimi, devo dire che ora ho superato il mio blocco sessuale e che per il momento le cose stanno andando al meglio, ancora grazie mille per il suo aiuto :) un’abbraccio a presto

Laura Testa

Ciao Alba, mi fa molto piacere avere tue notizie e soprattutto sapere che stai meglio. un caro saluto e a presto

Mirco

Salve dottoressa Testa avrei una domanda da porle.Io e la mia ragazza facciamo molto spesso sesso,anche se lei ama solo il sesso orale e poi finisce li,come posso farle capire che anche la penetrazione le può dare lo stesso piacere che prova nel praticare il sesso orale?Grazie e buon lavoro a lei.

Laura Testa

Salve Mirco, la sessualità è un “ambiente” molto vario e ciascuno sviluppa delle preferenze rispetto alle differenti pratiche sessuali, non è quindi detto che la tua ragazza possa provare con la penetrazione lo stesso piacere che prova con i rapporti orali. Inoltre è possibile che le resistenze che mostra di avere nei confronti della penetrazione non siano relative solo all’idea che con questa pratica sessuale lei provi meno piacere. Hai provato a domandarglielo?

Mirko

Si dottoressa,le ho domandato questa cosa e dato che lei era gia stata con un altro ragazzo prima che si mettesse con me aveva gia provato la penetrazione ma dice che non è come il rapporto orale,secondo lei può essere un fatto fisico o psicologico?

Mirko

Io dottoressa Testa le ho chiesto come mai e mi ha detto che non gli è mai piaciuto perchè non preferisce questo tipo di penetrazione.Secondo lei dottoressa è un fatto fisico o psicologico?

Laura Testa

Salve Mirko, il clitoride è una zona ad altissima sensibilità, mentre la vagina ha una sensibilità molto bassa. Molte donne avvertono delle stimolazioni minime con la penetrazione ed alcune addirittura nulle, sicuramente poi se esiste una resistenza psicologica alla penetrazione, il piacere che ne può derivare è pressochè nullo- Direi quindi che in questo caso aspetto fisico e psicologico sono fusi con poche possibilità di distinguere ,in questo momento, l’uno dall’altro. E’ possibile che la tua ragazza nel corso del tempo aumentando la conoscenza di sè e sviluppando maggiore serenità nei confronti del rapporto cosiddetto completo possa ricredersi.

Anonimo

Salve Dotteressa vorre porle una domanda.Durante il rapporto sessuale con la mia ragazza,avvolte il pene perde l’erezione durante il rapporto orale mentre invece con la penetrazione torna normale,ma è strano questo o dipende da me?

Laura Testa

Buongiorno Anonimo, la possibilità di mantenere l’erezione sino all’eiaculazione durante il rapporto orale depone per un’ipotesi di buon funzionamento dell’apparato sessuale e per una ipotesi di tipo psicologico in relazione alle difficoltà durante il rapporto a penetrazione vaginale. In ogni caso prima di procedere analizzando possibile problematiche psicologiche sarebbe opportuno eseguire una visita andrologica di controllo.

lety

Salve.
Ho 24 anni e sono fidanzata da 9 anni col mio ragazzo, nonostante il fatto che abbiamo rapporti sessuali da 8 anni
la sua durata è sempre limitata, lui dopo qualche anno mi
diceva che era un discorso di tempo, che col tempo la sua
durata sarebbe aumentata, ma mi rendo conto che non è così,
mi riferisco al primo rapporto perchè se ne abbiamo un’altro di seguito il discorso cambia. Un anno fa ha subito un’intervento di varicocele in un testicolo e in quel periodo avevo pensato che poteva essere la causa, ma l’ho pure escluso. Durante questi nove anni abbiamo avuto un trascorso burrascoso, spesso litigi, anche lontananza(15/30gg) purtroppo entrambi quanto ci fissiamo su alcune cose siamo irremovibili, abbiamo bisogno di tempo per calmarci, ma cmq il sentimento ci ha sempre riuniti.
Volevo chiederle quale può essere la causa del suo essere precoce, può influire il nostro rapporto litigioso o cosa?
Volevo anche chiederle un’altra cosa, alcune volte ho avuto dei rapporti durante il ciclo con l’eiaculazione interna senza protezione e non abbiamo avuto problemi, c’è rischio di rimanere incinta?
Il mio ciclo è puntuale, però è di 30/31 giorni

i

buonasera

Laura Testa

Buonasera

Laura Testa

Salve Lety, purtoppo per definire le possibili cause di un problema sessuale di così lungo corso è necessario conoscere più in generale il rapporto che la persona ha con la sessualità. Il suo ragazzo ha sempre avuto il medesimo comportamento sessuale il che fa supporre che quello che lei osserva sia il suo funzionamento nella sessualità, ovvero che il suo approccio con la sessualità sia piottosto fugace, per non dire sbrigativo e che non ami molto l’eccessiva vicinanza sia fisica che emotiva ( i lunghi litigi) e che in questo lei sia una “buona spalla” offrendogli, con la sua irremovibilità, dei buoni pretesti per allontanarsi.
Per quanto riguarda i rapporti senza preservativo durante le mestruazioni, è bene ricordare che gli spermatozoi sopravvivo all’interno del corpo femminile per più gorni e che quindi ,se non si usa il preservativo, la possibilità, seppur remota, di fecondazione esiste. Ho ora una domada io per lei: come la fa stare questa relazione? A presto

Michelle

Dottoressa le volevo chiedere una cosa.Il mio ragazzo finalmente mi ha detto la verità e alle mie domande ha risposto che molte volte si masturba ma nei suoi pensieri non ci sono quasi mai io, e questo dice che avviene avvolte anche mentre abbiamo un rapporto sessuale.Secondo lei può essere vero che mi ama facendo questo?lui dice di amarmi.Altra domanda è qualcosa di normale che accade a tutti o può essere un’insoddisfazione sessuale magari da parte mia anche se io ho provat di tutto? Ne ho tanto bisogno x riuscire a capirlo,capire se mi ama anche da parte sua che è molto indeciso.Grazie dottoressa.

Laura Testa

Ciao Michelle, penso che sia veramente importante che il tuo ragazzo sia riuscito a parlare sinceramente con te anche s ele cose che ti ha detto possono averti fatto soffrire. Capita frequentemente che le persone durante i rapporti sessuali accompagnino e sostengano la loro eccitazione con fantasie ed immagini. Queste fantasie non sempre riguardano il partner e questo è tanto più frequente quanto più di lunga durata è la relazione con la persona con cui hanno rapporti. Questo elemento non è quindi necessariamente indicativo di una mancanza di amore o di un raffreddamento affettivo all’interno della coppia e solitamente non è tanto la pratica di nuove esperienze sessuali che manca all’interno della coppia quanto l’eccitazione data dalle prime esperienze sessuali con una persona nuova (cosa che appunto viene a mancare tra due persone che si conoscono molto bene). E’ molto diffciile stabilire se il tuo ragazzo è ancora innamorato di te oppure no se nemmeno lui è in grado di rispondere a questa domanda. E’ invece possibile per te trovare risposta ad un’altra domanda : l’amore che tu nutri per lui è sufficientemente forte da sopportare che la sua eccitazione sessuale sia legata al pensiero un’altra persona?

anonima 79

Salve dottoressa,
ho 30 anni e sono fidanzata da circa sette mesi, ci amiamo moltissimo ma quando facciamo l’amore capita spesso di non riuscire a finire il rapporto perchè io mi lubrifico abbondantemente e il mio ragazzo a causa di questo non sente più nulla e non riesce a mantenere l’erezione. Bisogna aggiungere che non abitiamo insieme quindi facciamo sempre l’amore in macchina e non è una situazione comoda…non ci riusciamo a muovere benissimo…
Ci amiamo tanto e vogliamo superare questo problema ma abbiamo paura che possa compromettere il nostro rapporto.
E’ un problema risolvibile? Se si in quale modo?
Grazie dottoressa

Laura Testa

Ciao anonima79, solitamente un’abbondante lubrificazione facilita e migliora il rapporto sessuale. Al contrario, è una lubrificazione scarsa che crea dei problemi. Hai chiesto al tuo ragazzo se, per caso, non gli era già capitato in passato? Cerca di porre la domanda in maniera gentile, non aggressiva perchè potresti rischiare di metterlo in difficoltà e quindi di sentirti rispondere in maniera non veritiera. Fammi sapere cosa risponderà. un caro saluto

anonima 79

Certo, ne abbiamo parlato tante volte e mi ha risposto dicendo che gli era capitato ma non come con me. Dice che ad un certo punto non sente veramente più nulla…gli ho chiesto di fare sesso orale e mi ha risposto che la mia vagina ha un odore troppo forte…nonostante ciò continua a dirmi che mi ama e di questo ne sono sicura. Dottoressa è possibile essere incompatibili sessualmente? I nostri corpi possono essere chimicamente incompatibili al punto di non trovare sintonia nei rapporti? Ho paura di questo e che il nostro rapporto prima o poi vada in crisi perchè non mi sento amata totalmente e nemmeno in grado di amarlo e soddisfarlo totalmente…forse prima o poi gli mancherà qualcosa che io non potrò mai dargli…Lo amo davvero e non voglio perderlo, i sentimenti ci sono da parte di tutti e due, come si può superare il problema? Un caro saluto a lei dottoressa

Laura Testa

Ciao Anonima, purtroppo l’amore non è una condizione sufficiente a far sì che due persone possano avere una buona sessualità In particolare il tuo ragazzo sembra avere delle difficoltà importanti sessualmente parlando e non sembra desiderare risolverle. Tu sapresti stare accanto ad una persona che non ti desidera e che non vuole avere alcun tipo di rapporto sessuale con te ? Il tuo amore può essere psicologico, emotivo ma non fisico?

Carmela

Gentile dottoressa,quando la donna non è ben lubrificata durante il rapporto sessuale oltre al dolore fisico ci possono essere delle piccole lacerazioni interne e quindi fuoriuscita di sangue?Inoltre un rapporto sessuale può far anticipare la venuta delle mestruazioni?Glie lo chiedo perchè durante un rapporto mi é arrivato il ciclo ed era di qualche giorno in anticipo,io sono molto regolare nel ciclo.
Grazie mille,Carmela

Lilli

Buonasera,volevo sapere se con il sesso orale si può contrarre il virus dell’HIV,grazie,Lilli

Laura Testa

Ciao Lilli, con il sesso orale è possibile contrarre il virus dell’HIV,bisogna quindi proteggersi anche durante i rapporti orali. a presto

Laura Testa

Buongiorno Carmela, la scarsa lubrificazione può sicuramente causare anche delle piccole lesioni, il rapporto sessuale non ha però collegamenti con il ciclo mestruale.

Lilli

Grazie per la risposta dottoressa,quindi non conoscendo bene il mio partner ,durante il rapporto orale o lui indossa il preservativo o devo chiedergli di fare prima il test dell’HIV?Ma anche l’uomo che pratica alla donna sesso orale deve proteggersi?Grazie,Lilli

Laura Testa

Salve Lilli, è sicuramente più semplice ed immediato (soprattutto se si tratta di una persona che si conosce poco) indossare il preservativo. La stessa protezione deve valere quando si pratica un rapporto orale su una donna, in questo caso il preservativo deve essere utilizzato aprendolo a metà ed applicandolo sulla vulva. A presto

Daniele

Dott Testa, ho avuto un rapporto sessuale con la mia compagna, senza preservativo, durante il suo terzo giorno di ciclo mestruale. Che possibilità ho di diventare babbo? Che problema c’è per me che avendola penetrata senza protezione ho poi tirato fuori il pene ed era un o sporco del suo sangue?
Grazie

Laura Testa

Salve Daniele, sia in un caso che nell’altro il rischio esiste. Molti virus si trasmettono legati a malattie sessuali si trasmettono attraverso il sangue e gli spermatozoi sopravvivono nell’utero diversi giorni quindi è possibile la fecondazione anche qualche giorno di distanza dal rapporto. Che percentuale di probabilità esitono sia per l’una che per l’altra cosa? Difficile dirlo, dipende dallo stato di salute suo e della sua partner.

Bianca

Salve Dott. Testa,
sono una ragazza di 25 anni, le scrivo perchè ho una preoccupazione: ho sempre avuto rapporti sessuali senza problemi, prendo la pillola da ormai circa 5 anni, ma ultimamente dopo il rapporto ho fuoriuscite di sangue abbastanza abbondanti di colore rosso chiaro che cessano dopo poco tempo dal termine del rapporto..non mi era mai successo prima, ho cambiato pillola(marca, adesso prendo yaz) ma ad aprile, quindi la fuoriuscita di sangue non dovrebbe essere legata a questo credo, inoltre non ho dimenticato nessuna pillola del blister di questo mese……dolore non ne ho, ne durante il rapporto ne dopo,forse poca lubrificazione?non so potrebbe essere, ma allora perchè non mi era mai capitato prima? non so darmi una spiegazione, aspetto presto sue notizie
un abbraccio Bianca

Name

Buonasera Dott.sa, volevo porle questa domanda…
Sono un ragazzo di 25 anni, sono fidanzato da circa 2 anni con la mia attuale partner che ha 26 anni. arriviamo subito al dunque, diciamo che fra i due quello con più “esperienza sessuale” sono io. Soprattutto all’inizio di questo rapporto questa disuguaglianza si è fatta sentire, ma all’inizio reputo sia più che normale, poche volte si ha la fortuna di trovare subito il giusto feeling,ecco quello che mi chiedo, Lei come reputa il fatto che dopo 2 anni, ancora oggi, questo feeling non cresce? eppure ci vogliamo bene e ci amiamo, sembra proprio che la mia partner sia quasi disinteressata della sfera sessuale, cioè ogni qualvolta io abbia iniziato un rapporto sessuale lei si è sempre dimostrata compiaciuta e soddisfatta, anzi, ma se non prendo io le redini del gioco lei non azzarda una mossa! e mi consenta ma è proprio triste non trova? in poche parole se non inizio io lei niente, come se il sesso non esistesse. Lei si giustifica dicendomi che sente molto questo senso di inferiorità sessuale, ma dopo averle detto in tutti i modi che non si deve assolutamente preoccupare e che anzi, il fatto di poter conoscerci e crescere sessualmente insieme sarebbe stato a parer mio molto bello,a oggi però dopo due anni questo senso di inferiorità mi sembra sia diventata una scusa, mi creda Dottoressa, le ho provate tutte, con i modi più apprensivi e quelli un pò meno ,in modo dolce ed in modo meno dolce, è la prima volta che dopo cosi tanto tempo non io sia riuscito ad ottenere un rapporto sessuale decoroso per entrambe le parti, e di ragazze per mia fortuna, ma non solo, ne ho incontrate diverse.
In conclusione, sono quasi deciso a troncare il rapporto per evitare in primis questo mio continuo senso di insoddisfazione ma soprattutto per non arrivare al punto di dovermi fare un’amante per sentirmi soddisfatto sessualmente e non solo dato che a mio giudizio possono esserci cose in comune, educazione, rispetto altruismo ecc ecc ma se non c’è il sesso…è!

La ringrazio per il tempo da lei dedicatomi ed attendo un suo parere anche se cosi, di primo acchito mi sarà molto utile.

A risentirci, buon lavoro.

Mirco

Buonasera dottoressa,ho notato di avere difficolta’ ad indossare il preservativo.Si srotola ma non fino alla base del pene e ho paura che avendo un rapporto si “riavvolga”.Come posso ovviare a questo inconveniente???grazie mille per la risposta…

Laura Testa

Salve Mirco. hai provato a cambiare preservativo?

Laura Testa

Salve Bianca, prima di formulare delle ipotesi è essenziale procedere ad una visita di controllo ginecologica speigando chiaramente il problema. Quando avrai fatto la visita riscrivimi. Aspetto tue notizie.

Laura Testa

Salve Name, la sessuaslità è un ambiente che si costruisce in due e ciascuno porta non solo le proprie esperienze ma anche il propio modo di vivere e considerare i rapprti sessuali. L’ipotesi che la tua ragazza sia poco interessata alla sessualità indipendentemente da quello che tu puoi fare o dire è assolutamete verosimile, sono molte le persone che provano poco interesse per il sesso. D’altra parte mi sembra anche molto onesto che tu decida di interrompere la relazione se ritiene che questa differnza tra di voi posso condurti ad asvere comportamenti poco corretti nei suoi confronti. A presto

Mirco

Si ho cambiato marca e ora va tutto ok…:-)

vanessa

Salve dottoressa sono una ragazza di 19anni,ho un problema che va a vanti da quando ho avuto la mia prima volta,non ho mai avuto un’orgasmo con la penetrazione solo masturbandomi,vorrei tanto sapere il perchè!grazie aspetto una sua risposta.

Laura Testa

Salve Vanessa, la stimolazione del clitoride, che avviene con la mastrubazione, è l’elemento che consente a tutte le donne di provare l’orgasmo essendo il clitoride l’organo più sensibile dell’apparato sessuale femminile. Alcune donne, non tutte, riescono a provare l’orgasmo anche con la penetrazione, solo alcune.

ros

Carissima dottoressa…
forse ho un problema…
qualche giorno fà ci siamo visti con il mio ragazzo ma non avevo voglia di fare l’amore, lui ha cercato di stuzzicarmi e ha iniziato a stimolarmi con le mani…sono arrivata anche a raggiungere l’orgasmo dopo un bel pò, ma appena finito, ho iniziato ad avere bruciori all’entrata della vagina…sono corsa a lavarmi pensando che potesse passare ma sono 4 giorni che continuo ad avere bruciore e prurito.
sto iniziando seriamente a preoccuparmi cosa è successo?anche perchè c’è stato solo cottatto con le mani e nient’altro…periodo qual’è non posso andare neanche dalla ginecologa perchè in ferie…cosa posso fare?
grazie anticipatamente

ros

Carissima dottoressa…
problema risolto….
ma questo blog è aggiornato….?????
perchè non leggo nessuna risposta…
cmq
fortunatamente sono riuscita a rintracciare la mia ginecologa e mi ha fatto una visita..mi ha spiegato che questa zona essendo molto delicata và stimolata con molta attenzione (anche perchè le mani possono esssere sporche) ma non solo con le unghie(anche se corte)si rischi di irritare la zone…mi ha tranquillizzata dicendomi che era tutto a posto e per il fastidio mi ha prescritto una crema “Gino-Canesten” da appliccare nella zona due volte al giorno per 7 giorni…e detergente intimo più delicato…tutto passato fortunatamente…..
grazie e buon 2010

Laura Testa

Salve Ros, il blog settiamnalemente viene aggiornato. la visita di controllo è stata sicuramente la soluzione più opportuna al tuo problema. a presto e buon anno!

anonimo80

salve dottoressa,

il mio problema è legato alla mia lubrificazione abbondante…con il mio ragazzo il rapporto sessuale è perfetto ma perdo troppi liquidi ed è una situazione che mi imbarazza e che quindi spesso mi blocca.
Come posso cercare di risolvere questo problema?
grazie infinitamente ^_^

Laura Testa

Ciao Anonima, una lubrificazione abbondante è tutt’altro che un problema e se soffrissi di secchezza vaginale lo sapresti bene! L’abbondanza della lubrificazione rende il rapporto agevole e piacevole ed è indice di un forte livello di eccitazione sessuale. Cerca quindi di pensare che il fastidio che può provocarti a livello psicologico non ha paragoni con il piacere che ne deriva da un punto di vista fisico. A presto

mat

buonasera dottoressa
sono un ragazzo di 28 anni fidanzato da 4 con la mia ragazza di 29 anni. conviventi da 2!
siamo entrambi innamorati ma abbiamo dei problemi riguardanti il sesso.
io riesco ad avere dei rapporti completi da sempre ma lei, in principio tutto ok, ormai da + di 2 anni, non riesce a raggiungere l’orgasmo! a cosa pensa sia dovuto? lei si definisce una a-sessuata.in quanto non sente neanche il bisogno! io mi chiedo come mai i primi tempi avevamo entrambi rapporti sessuali completi e ora no? ne abbiamo parlato tanto e siamo sicuri dei nostri sentimenti ma questa cosa non mi rende completamente sereno! esistono rimedi?

Laura Testa

Salve Mat, prima di risponderti ho bisogno di farti una domanda: la tua ragazza all’inizio provava piacere nei rapporti o cedeva alle tue richieste sessuali senza un relae interesse?
Fammi sapere

mat

salve dottoressa
grazie dell interessamento al mio caso!
la risposta e’ si, provava piacere. o per lomeno raggiungeva l orgasmo..
per quanto riguarda l iteresse…. devo ammettere che x lei, il sesso, nn e’ mai stato cosi importante.

donna81

salve dott.ssa ho una domanda importante da farle. facendo sesso orale col mio ragazzo c è stata una modesta fuoriuscita di sangue, non sembra ci siano ferite sul pene.lui mi ha detto di non preoccuparmi ma io lo sono lo stesso perchè è la prima volta che mi capita. inoltre gli ho chiesto se gli fosse capitato con le sue precedenti ragazze e mi ha detto di no. è possibile che io gli abbia causato una ferita con i miei denti?(da piccola sono caduta e sono rotti davanti).devo preoccuparmi?la ringrazio

mat

ma no funziona piu? dottoressa aspetto notizie da lei… grazie!

Laura Testa

Quali notizie? Mi puoi ripetere la domanda? Grazie

Sal

Salve dottoressa è più o meno un anno che ho rapporti con il mio ragazzo ma quando sto per avere un orgasmo mi blocco e lo allontano. Da cosa può essere dovuta questa paura?

Laura Testa

Ciao Sal, direi che così è impossibile fare anche solo un’ipotesi. Potresti spiegarmi meglio la situazione sia individuale sia di coppia? A presto

Sal

Salve dottoressa, il rapporto sentimenti tra me il mio ragazzo lo si può dire perfetto. Individualemente invece sono al quanto timorosa delle cose nuove, e alcune volte proprio quando abbiamo un rapporto mi sembra come se guardarsi in terza persona e mi vergogno e mi fermo.il problema è che forse pensi troppo?! E quando succede mi dispiace perché a lui rimane con amarezza di non avermi fatto venire

Laura Testa

Salve Sal, la sessualità è prima che una questione di coppia una questione individuale. provare sentimenti di vergogna ed imbarazzo è decisamente contrario al meccanismo dell’eccitazione sessuale. Questi sentimenti non vanno aggrediti ma compresi e rispettati. cerca di fare solo ciò che ti fa sentire bene e coerente con te stessa, nel frattempo conoscerai sempre meglio il tuo uomo e forse un po’ di queste difficioltà diminuiranno inoltre avrai lo spazio per capire che cosa esattamente ti crea difficoltà. A presto

Sal

Grazie mille :)

Laura Testa

Prego! Un caro saluto

Fra

Buonasera Dottoressa
ho 18 anni e sono fidanzata da poco con un ragazzo di 25 anni…abbiamo iniziato da poco ad avere rapporti sessuali lo abbiamo fatto si e no 2 volte…secondo lei l’intesa sessuale se non è presente da subito non ci sarà mai oppure il fatto che ancora non ci si conosca completamente può influire sul sesso? a me questo ragazzo piace molto fisicamente e io piaccio a lui e abbiamo un feeling pazzesco in tutte le situazioni…vorrei però che ci fosse anche in quelle occasioni questo feeling…ha qualche suggerimento da darmi per far migliorare la situazione? non vorrei perdere una persona per questo motivo però per quanto se ne possano dire il sesso è importante in una relazione almeno per quanto mi riguarda mi mette più in confidenza con il partner!verrà da se il feeling?
Grazie :)

Ca

Buonasera Dottoressa!
Le volevo chiedere un consiglio.. o più che altro una rassicurazione.. oggi io e il mio ragazzo l’abbiamo fatto senza la precauzione (so di aver sbagliato, ma ormai l’errore è stato commesso purtroppo!), lui dice di essere tranquillo perchè dice che è sicuro di non essere venuto dentro! Ma la mia preoccupazione è questa.. le spiego, lui non è venuto ne dentro ne fuori perchè dice che quando si sentiva che stava per venire di essersi tolto e quindi non è venuto ne dentro ne fuori!
Ma adesso mi sono venute mille paranoie! Secondo lei c’è possibilità che lui non si sia accorto di essere venuto dentro!? Cioè un ragazzo se ne accorge sempre quando sta per venire o no? Ho paura di essere rimasta incinta. Però lui è tranquillo… La prego mi risponda al più presto!
Grazie in anticipo

Laura Testa

Ciao, il coito interrotto non è un metodo contraccettivo per cui anche senza eiaculazione c’è la possibilità che il liquido pre-eicaulatorio contenesse già degli spermatozoi che potrebbero aver fecondato.Se vuoi essere certa che vi sia stata fecondazione e non vuoi aspettare l’arrivo delle mestruazioni, puoi sottoporti a dun test di gravidanza, li trovi in farmacia o al supermercato. A presto

Laura Testa

Ciao, l’intesa sessuale si crea nel tempo grazie alla reciproca attenzione econsiderazione. Con il tempo si impara la geografia erotica dell’altro e la vita sessuale diviene una danza esclusiva in cui i partner riescono a muoversi in sintonia. A presto

Ca

grazie mille! ma la probabilità che io sia rimasta incinta è molto ridotta vero? cioè.. c’è molta meno possibilità giusto? E comunque per quanto riguarda il test di gravidanza.. ho letto che si deve fare 4 giorni prima del giorno in cui ti dovrebbero venire le mestruazioni! Giusto?

Laura Testa

Ciao, la percentuale di probabilità,ricorda, non deve essere importante perchè quando non si desidera diventare genitori anche un 1% deve essere considerato una percentuale troppo alta. Proteggiti sempre. A presto

Ca

Hai perfettamente ragione! Lo farò, promesso. Grazie mille davvero! A presto

Ca

Comunque sono arrivate! :-) Grazie ancora! A presto

ema

Salve Dottoressa sono una ragazza di 22 anni, ho iniziato il mese scorso a prendere gli anticoncezionali x la prima volta, durante un rapporto però si è rotto il preservativo e ho preso la pillola del giorno dopo (visto che si dice che il primo mese non si è coperti, anche perchè sto prendendo quelli a bassissimo dosaggio ormonale). Adesso ho il ciclo, questa settimana riprendo con la seconda confezione; volevo sapere quando posso iniziare ad avere rapporti senza preservativo e sentirmi “tranquilla”. Grazie mille!

Alma

Cara dottoressa,

ho 22 anni e il mio fidanzato ne ha 21, stiamo insieme da quasi 5 anni e, ad oggi, non siamo riusciti ad avere un rapporto sessuale.
Da principio perchè molto doloroso per me, di conseguenza vista la reciproca inesperienza è comparso anche l’imbarazzo, successivamente lui si è..”spento”..
Non ha voglia di farlo e nemmeno di provarci, questa situazione va avanti da due anni, anche di più, e considerando il fatto che io tengo parecchio alla fisicità e quando gli sono vicina non posso farci niente e mi sento immediatamente predisposta, non riesco più a reggere questa situazione.
Il fatto che lui non si faccia avanti e che quando lo faccio io mi rifiuta mi fa sentire in imbarazzo e inadeguata, soprattutto perchè riconosco di essere una bella ragazza e la cosa mi rende davvero infelice.
Se non è per il mio aspetto fisico che non ha voglia di fare l’amore con me allora cosa lo blocca? Capisco quanto lui le difficoltà del caso, ma la voglia di starci insieme mi impone di passare oltre e tentare di risolvere..gli ho chiesto di parlarne con qualcuno visto che è un problema che io non riesco a capire e lui ha risposto che se ne vergogna..non so cosa fare..sono innamorata e non voglio assolutamente lasciarlo..ma sto male cosi..

Grazie mille per l’attenzione..

Anonimo

Cara Dottoressa,
Ho 38 anni ed ho una relazione con una donna di 40 anni da circa 1 anno. Lei non riesce a raggiungere mai l’orgasmo con la penetrazione ma solo masturbandosi (cio’ le è sempre successo in tutte le relazioni che ha avuto in passato e mi ha spiegato che non sono io la causa). Mi dice che durante la penetrazione prova comunque un piacere immenso, cosa tra l’altro che si nota. Tuttavia vorrei tantissimo che lei raggiungesse l’orgasmo anche con la penetrazione e anche lei lo vorrebbe. Dal canto mio vorrei conoscere la causa (se c’è una causa) di cio’ e magari avere un consiglio per risolvere (se si puo’) questo suo “problema”.
Grazie
saluti

Laura Testa

Ciao, la “causa ” molto semplice, la sede dell’orgasmo femminile è il clitoride che è esterno alla vagina. La maggior parte delle donne vive la sessualità esattamente come la tua compagna ossia prova molto piacere con la penetrazione ma non l’orgasmo, oqesto perchè durante la penetrazione non c’è stimolazione del clitoride. Se volete che poss aporvare l’orgasmo anche con la penetrazione dovrete prestare attenzione alla stimolazione del clitoride. A presto.

Laura Testa

Ciao, la situazione che descrivi merita molta attenzione e cura. La proposta che hai fatto al tuo ragazzo è decisamente la più costruttiva ed utilie, dovresti spiegare la tuo ragazzo è meglio affrontare un po’ di vergogna ma risolvere questo problema che rovinare la propia vita di coppia (e forse la propria vita) per una questione che, per quanto complessa, è risolvibile. Fammi sapere, a presto.

Laura Testa

Ciao Ema, le mestruazioni indicano che non c’è stata fecondazione e quindi che è possibile riprendere i rapporti con tranquillità.

Laura Testa

Bene! A presto

francesca

salve dottoressa avrei una domanda da farle spero ke mi risponda io come metodo contracettivo utilizzo la pillola la prendo tutti i giorni regolarmente tra 5 giorni mi devo venire il ciclo solo ke ho giramento di testa e un giorno ho avuto nause mi devo preoccupare? PS: il mio ragazzo nn è mai venuto dentro

Laura Testa

Ciao Francesca, la pilloa è un ottimo metodo contraccettivo e, se assunta correttamente, non vi è alcuna possibilità che avvenga la fecondazione anche con eiaculazione all’interno della vagina.

Lasci una risposta
per inviare un commento